There aren't any widgets in this section. Go to WP Admin → Appearance → Widgets and add some to Top Bar Widgets. You can disable this section in the Theme Options.
Il MACC rimarrà chiuso fino al 18 ottobre per allestimenti mostra ON PAPER IV
dal Martedì alla Domenica 18:00-21:00, Lunedì chiuso!

ANDREA GALVANI, LECTIO MAGISTRALIS E BOOK SIGNING – Domenica 11 agosto 2019

Domenica 11 Agosto 2019 dalle ore 20:00 la Fondazione MACC, celebra l’estate con una straordinaria serata dedicata al lavoro di Andrea Galvani, artista di fama internazionale, ospite d’onore del nostro programma di residenza.
La serata si aprirà con un cocktail ed un dialogo tra Andrea Galvani, il Dott.Walter Bonivento, Professore del Dipartimento di Fisica dell’Università di Cagliari, Efisio Carbone critico d’arte, curatore e direttore del MACC e Claude Corongiu, direttrice della galleria Macca e del programma di Residenza del MACC.
L’artista incontrerà il pubblico nella meravigliosa cornice delle terrazze del Museo ed esporrà le dinamiche processuali e formali della sua produzione artistica in una Lecture che avrà inizio con la presentazione della sua più recente monografia (pubblicata da Mousse Publishing) e la firma autografa dei volumi disponibili presso il book store del Museo. Con più di 400 pagine di immagini a colori, disegni, materiali d’archivio, saggi e interviste di critici e curatori, il volume oscilla tra libro d’artista, rivista scientifica e enciclopedia storica, e combina in maniera sistematica frammenti raccolti e sintetizzati attraverso le diverse fasi della prolifica carriera di Galvani.Un’ occasione davvero imperdibile per entrare nella seducente e complessa dimensione di un artista che collabora da anni con Università, Istituzioni e Istituti di ricerca, attingendo a strumenti provenienti da diverse discipline ed estendendo linguaggi e metodologie di carattere scientifico in una dimensione concettuale radicale, che si avvale di fotografia, disegno, scultura, performance, neon, materiali d’archivio e grandi audio e video installazioni che vengo sviluppate intorno all’ architettura degli spazi espositivi. “In un’epoca che è molto mutata rispetto ai tempi pionieristici delle neo-avanguardie, Andrea Galvani sembra partire da questo precedente storico spostandone la meta e ridisegnandone i confini. Il suo lavoro si può definire una nuova forma di arte processuale in cui strumenti e tecnologie provenienti da diverse discipline vengono portati al limite, distorti o reimpiegati in modo nuovo”. 

Giorgio Verzotti, L’esperienza del sublime in Andrea Galvani (Mousse Publishing, 2018)
ANDREA GALVANI MONOGRAPH 
Published by Mousse Publishing, 2018
448 pagine, 22 x 28 cm
Copertina rigida con box d’archivio
English text

Andrea Galvani vive e lavora da molti anni tra New York e Città del Messico. Il suo lavoro è stato esposto in tutto il mondo, in importanti musei e spazi istituzionali tra cui ricordiamo: il Whitney Museum di New York, la IV Moscow Biennale of Contemporary Art di Mosca, Mediations Biennale in Polonia, Aperture Foundation, New York; The Calder Foundation, New York; Pavilion – Center for Contemporary Art and Culture, Bucharest; il Mart Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto; Museo Macro, Roma; GAMeC, Bergamo; la IX Biennale di Nicaragua, De Brakke Grond, Amsterdam; Den Frie Centre of Contemporary Art, Copenaghen; Sculpture Center, New York; e molti altri. Le sue opere fanno parte delle principali collezioni pubbliche e private in Europa, nelle Americhe, in Asia e in Africa, tra cui: la Collezione permanente presso il Dallas Museum of Art, Texas; Deutsche Bank Collection, Londra; Artist Pension Trust, New York; la Contemporary Art Society, Aspen Collection, New York; la UniCredit Art Collection, Milano; the Permanent Collection of the United States Library of Congress, Prints and Photographs Division, Washington, DC; il Mart Museum of Modern and Contemporary Art di Trento e Rovereto; la 500 Capp Street Foundation, San Francisco; e MAXXI Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo, Roma.

There are no comments published yet.

Leave a Comment

Loghi Istituzionali