There aren't any widgets in this section. Go to WP Admin → Appearance → Widgets and add some to Top Bar Widgets. You can disable this section in the Theme Options.
dal Martedì al Sabato dalle 16:00 alle 19:00, Domenica 10:00 - 13:00, Lunedì chiuso

La carta dei servizi del Museo MACC di Calasetta

LA CARTA DEI SERVIZI DEL MUSEO MACC di Calasetta (scarica)

  1. PREMESSA

La Carta dei servizi, costituisce lo strumento attraverso cui il Museo comunica con gli utenti e si confronta con loro.

La Carta individua i servizi che il Museo s’impegna a erogare sulla base del proprio Regolamento, delle norme vigenti e nel rispetto delle esigenze e delle aspettative degli utenti, la cui soddisfazione costituisce un obiettivo primario per il Museo.

La Carta dei servizi si ispira a:

  • i principi enunciati nella Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 27 gennaio 1994 sull’erogazione dei servizi pubblici;
  • l’art. 11 D.Lgs. 286/99 “Riordino e potenziamento dei meccanismi e strumenti di monitoraggio e valutazione dei costi, dei rendimenti e dei risultati dell’attività svolta dalle amministrazioni pubbliche, a norma dell’articolo 11 della legge 15 marzo 1997, n. 59“;
  • il Decreto Ministeriale 10 maggio 2001 “Atto d’indirizzo sui criteri tecnico-scientifici e standard di funzionamento e sviluppo dei musei” e in particolare l’ambito VII che definisce i rapporti del museo col pubblico;
  • il Codice di deontologia professionale dell’ICOM, l’International Council of Museums;
  • la L.R. 18/2000 “Norme in materia di biblioteche, archivi storici, musei e beni culturali”;
  • la deliberazione della Giunta Regionale n. 309/2003: “Approvazione standard e obiettivi di qualità per biblioteche, archivi storici e musei ai sensi dell’art. 10 della L.R. 18/2000”.

L’aggiornamento della Carta dei servizi, a cura della Fondazione MACC e previa approvazione in Giunta, è previsto con cadenza triennale e in caso di: modificazione della normativa sugli standard dei servizi museali, di nuove esigenze di servizio o per accogliere suggerimenti e osservazioni degli utenti.

La Carta è resa pubblica attraverso il sito del Museo/Comune e del Sistema Museale Provinciale e in forma cartacea, è messa a disposizione degli utenti e di chi ne fa richiesta presso il comune e la sede legale della Fondazione MACC.

  1. PRESENTAZIONE DEL MUSEO (STORIA, FINALITÀ, MISSIONE)

Il Civico Museo d’Arte Contemporanea di Calasetta, Museo MACC, sorge per iniziativa del Comune della cittadina e per volontà del donatore Ermanno Leinardi.

L’edificio in origine era stato realizzato per tutt’altra finalità, oramai desueta nel tempo; la rivalutazione e l’opportuno restauro della struttura (EX MATTATOIO) ha permesso di ospitare a tutt’oggi la collezione permanente, donata nel 2000 dall’artista di fama internazionale Ermanno Leinardi, oltre a diverse collezioni temporanea affini alla corrente artistica del Maestro.

Il Museo è un’istituzione permanente senza fini di lucro, al servizio della comunità, aperta al pubblico, il cui scopo primario è quello di custodire, conservare, valorizzare e promuovere lo studio e la conoscenza del patrimonio culturale della città, al fine sia di preservare la memoria e sollecitare la curiosità nei confronti del passato sia di promuovere la conoscenza di strumenti critici utili alla migliore comprensione del presente. A tal punto il Museo MACC propone ai propri visitatori non solo le collezioni attinenti alle opere artistiche relative all’arte astratta degli anni ’60, del suo donatore e degli artisti affini al movimento culturale citato, ma per venire incontro alle finalità culturali legate al territorio e alla comunità, si pone come mission  la presentazione di diversi aspetti del mondo della cultura, quali: seminari di approfondimento artistico, archeologico; laboratori artistici e didattici per i più piccoli e non solo; presentazioni di volumi letterari e infine momenti di incontro tra arte e musica classica.

Il Museo assolve alla propria missione attraverso:

  • l’attività di conservazione, documentazione, studio, esposizione e comunicazione della propria collezione permanente ricevuta in donazione dall’artista Ermanno Leinardi.

La collezione è una testimonianza dell’avventura personale, estetica e spirituale del pittore. L’obbiettivo del donatore, e di conseguenza lo scopo della collezione, è quello di “educare lo sguardo del visitatore” al gusto estetico  tralasciando le imposizioni del dogmatismo.

  • le attività e le iniziative culturali, formative, educative, informative che promuove e realizza, tra cui l’organizzazione di mostre temporanee, seminari e convegni, corsi di formazione e stage, visite guidate e laboratori, pubblicazioni e presentazioni;
  • l’attività di ricerca scientifica incentrata in particolare sulla realizzazione dei laboratori artistici e con la collaborazione di: cooperative, associazioni culturali, altri Musei e Fondazioni.

 

Il Museo opera secondo criteri di qualità, semplificazione delle procedure, informazione agli utenti.

  1. PRINCIPI FONDAMENTALI

La Carta dei servizi si ispira ai seguenti principi:

– Uguaglianza

Il Museo eroga i propri servizi senza distinzione alcuna di sesso, razza, lingua, religione, opinione politica e l’accesso ad essi è garantito a tutti i cittadini senza limitazioni di sorta. Il Museo garantisce l’accesso anche agli utenti diversamente abili attraverso la presenza di strutture adeguate.

– Imparzialità

Il Museo ispira il proprio comportamento a principi di obiettività, giustizia e imparzialità. Gli utenti possono contare sulla competenza e la disponibilità del personale nel soddisfacimento delle proprie esigenze, aspettative e richieste.

– Continuità

I servizi sono erogati con continuità e regolarità, con le modalità e negli orari stabiliti. Eventuali interruzioni dei servizi sono tempestivamente comunicate adottando tutte le misure necessarie a ridurre il disagio degli utenti

– Partecipazione

Il Museo promuove la partecipazione degli utenti, singoli o associati, al fine di favorire la loro collaborazione al miglioramento della qualità dei servizi, individuando i modi e forme attraverso cui essi possono esprimere e comunicare suggerimenti, osservazioni, richieste e reclami,

– Sicurezza e riservatezza

Il Museo garantisce la conformità dei servizi erogati alla normativa vigente in materia di sicurezza e nel pieno rispetto delle disposizioni di legge per la tutela della privacy. I dati personali dell’utente vengono utilizzati esclusivamente per le finalità di carattere istituzionale e non vengono trattati da personale non autorizzato né ceduti o comunque comunicati e/o diffusi a terzi.

– Disponibilità e chiarezza

Il personale incaricato ispira il suo comportamento nei confronti del pubblico a presupposti di gentilezza, cortesia e collaborazione e al principio della semplificazione delle procedure burocratiche. Gli operatori s’impegnano ad erogare i servizi in modo chiaro e comprensibile, utilizzando un linguaggio facile e accessibile a tutti gli utenti. Il personale è tenuto a qualificarsi con il proprio nome nei rapporti con gli utenti, anche nel caso di comunicazioni telefoniche ed epistolari (ordinarie ed elettroniche).

– Qualità dei servizi

Il Museo adegua il proprio ordinamento e funzionamento agli standard e obiettivi di qualità previsti dal Decreto Ministeriale del 10 maggio 2001 e dalla deliberazione della Giunta Regionale n. 309/2003: “Approvazione standard e obiettivi di qualità per biblioteche, archivi storici e musei ai sensi dell’art. 10 della L.R. 18/2000”.

Il Museo eroga i servizi secondo criteri di efficacia ed efficienza, adottando opportuni indicatori per valutare la qualità dei sevizi erogati. In particolare:

  • per efficacia s’intende la fornitura di prestazioni e servizi al massimo livello quantitativo e qualitativo rispetto alle esigenze degli utenti e perseguendo la loro soddisfazione;
  • per efficienza s’intende la fornitura di prestazioni e servizi al massimo livello quantitativo e qualitativo rispetto alle risorse a disposizione e ai programmi stabiliti, in termini di maggiore semplificazione, minori adempimenti burocratici e riduzione di costi.
  1. DIRITTI E DOVERI DEGLI UTENTI

4.1. Diritti degli utenti

Tutti i cittadini possono accedere al Museo e usufruire dei suoi servizi secondo le modalità previste dal regolamento e riprese nella presente Carta.

Gli utenti hanno diritto a:

  • ricevere una chiara ed efficace informazione sulle offerte del Museo e sulle modalità di accesso ai servizi e alle iniziative;
  • comunicare con il Museo attraverso tutti i mezzi messi a disposizione a questo scopo

Il Museo è dotato di un punto informazioni e prenotazioni.

Con gli operatori è possibile comunicare per telefono, fax, posta elettronica.

Si possono ottenere altre informazioni di base presso il sito internet della FONDAZIONE MACC e del Comune di Calasetta.

L’orario di apertura al pubblico è stabilito in base alle esigenze stagionali e di afflusso turistico, dalla Direzione della Fondazione MACC in collaborazione con il Comune di Calasetta. nel rispetto degli standard vigenti, e viene adeguatamente pubblicizzato tramite sito internet, depliant, social, riviste di settore, portali culturali.

L’accesso al Museo è subordinato al pagamento del biglietto di ingresso, con eventuali riduzioni, secondo le determinazioni adottate dalla Direzione. Il Museo si riserva di stabilire, per alcuni servizi, il rimborso delle spese. Le tariffe, il costo dei biglietti, dei servizi e dei diritti sono fissati in appositi tariffari esposti al pubblico.

Per garantire una regolare programmazione delle visite la prenotazione è obbligatoria nel caso di scolaresche e gruppi, sia quando è richiesto l’ausilio di una guida sia nei casi in cui tale servizio non sia richiesto. È anche obbligatoria la prenotazione per le attività e laboratori didattici. Le prenotazioni si possono effettuare durante gli orari di apertura del Museo per telefono o tramite sito.

Per comunicare osservazioni e suggerimenti o sporgere reclami è disponibile il registro dei visitatori posto all’interno del Museo e facilmente visibile dagli stessi all’ingresso. La corrispondenza può essere inviata presso la sede legale, via Savoia, 2c Calasetta oppure, tramite indirizzo e-mail: fondazionemacc@gmail.com Il Direttore e il personale tecnico, scientifico, amministrativo del Museo sono a disposizione del pubblico su appuntamento.

4.2. Doveri degli utenti

Gli utenti del museo sono tenuti a osservare le norme di buona educazione e di corretto comportamento nei confronti degli altri utenti e del personale del Museo. Ogni comportamento I comportamenti in contrasto con tali regole e con i divieti indicati all’ingresso e con le indicazioni fornite dal personale possono essere anche motivo di allontanamento dalla struttura museale.

Nel Museo è inoltre vietato:

  • introdurre più di un animale per volta, ad eccezione di quelli utili per accompagnare le persone disabili, e qualunque oggetto che per le sue caratteristiche possa rappresentare un rischio per la sicurezza delle persone, dell’edificio, delle strutture;
  • effettuare riprese fotografiche e audiovisive non autorizzate o in deroga con le norme esposte alla biglietteria;
  • fumare in tutti i locali del Museo;
  • usare il cellulare all’interno degli spazi espositivi;
  • consumare cibi e bevande negli spazi espositivi.
  • Toccare le opere esposte
  • Appropriarsi del materiale consultativo consegnato durante le visite guidate e non.
  1. SERVIZI

 

Il Museo eroga i seguenti servizi:

– visite guidate;

– accesso al patrimonio, negli orari prestabiliti o su appuntamento;

– consulenze;

– progetti culturali;

– formazione e didattica grazie alla realizzazione dei laboratori e alle visite guidate;

– promozione della cultura.

5.1 Visite

servizio descrizione condizioni
visita possibilità di accesso a tutto il percorso in ampi orari di apertura al pubblico destinatari: senza restrizioni

accesso: in base al tariffario approvato dalla Direzione / Giunta ed esposto al pubblico

visite da parte di gruppi visite organizzate al percorso, con guida o senza; prenotazione obbligatoria in alcuni casi (scolaresche e gruppi) destinatari: gruppi organizzati

accesso: in base al tariffario approvato dalla Direzione/Giunta ed esposto al pubblico

 

5.2 Accesso al patrimonio

servizio descrizione condizioni
consultazioni possibilità di accesso a tutto il patrimonio ammesso a consultazione, negli appositi spazi della Biblioteca/Archivio…; consultazione individuale (internet, basi dati ecc.) sulle postazioni presenti in Biblioteca destinatari: senza restrizioni
accesso: gratuito
prestiti prestito del materiale, archivistico, grafico e iconografico destinatari: senza restrizioni
accesso: da concordare
prestito del materiale filmico e bibliografico destinatari: senza restrizioni
accesso: gratuito
prestito interbibliotecario del materiale edito ammesso a questo servizio destinatari: senza restrizioni
accesso: a pagamento
duplicazioni e riproduzioni riproduzioni (video, fotografiche, cinematografiche, televisive) del patrimonio nel rispetto della normativa sul diritto d’autore destinatari: senza restrizioni
accesso: a pagamento
cessione di diritti cessione dei diritti economici di sfruttamento sui materiali dei quali il Museo detiene il copyright destinatari: senza restrizioni
accesso: a pagamento
cessione di spazi concessione dell’uso della sala per incontri, sala per esposizioni temporanee, biblioteca, auditorium, comprese eventuali attrezzature, per attività di tipo culturale, in presenza di un operatore e/o di un tecnico del Museo destinatari: associazioni culturali
accesso: da concordare

 

5.3 Consulenze

servizio descrizione condizioni
consulenza museale elaborazione di progetti finalizzati alla realizzazione, revisione, completamento di allestimenti destinatari: senza restrizioni
accesso: da concordare
consulenza bibliografica ricerche bibliografiche locali, nazionali e internazionali tramite bibliografie cartacee e/o tramite utilizzo assistito di banche dati gratuite disponibili su internet destinatari: senza restrizioni
accesso: gratuito
localizzazione in linea dei documenti posseduti da altre biblioteche destinatari: senza restrizioni
accesso: gratuito
documenti delivery/recupero e fornitura di documenti in copia destinatari: senza restrizioni
accesso: a pagamento
consulenza archivistica consultazione assistita per i fondi conservati presso il Museo destinatari: senza restrizioni
accesso: gratuito
ricerche archivistiche sui fondi conservati presso il Museo destinatari: senza restrizioni
accesso: da concordare
consulenza cinematografica filmografie destinatari: senza restrizioni
accesso: gratuito
schede film per proiezioni destinatari: senza restrizioni
accesso: da concordare
consulenza metodologico-didattica elaborazione di progetti, percorsi didattici e approfondimenti tematici riguardanti le fasce di utenti in età scolare le quali dopo aver appreso e osservato, verranno invitati a riproporre su tela le proprie emozioni suscitate dall’argomento trattato (la forma, il colore, l’identità culturale ecc..) (specificare eventualmente l’argomento) destinatari: insegnanti e scuole di ogni ordine e grado, istituti di ricerca
accesso: da concordare
ricerca ed indicazioni sull’utilizzo di documenti, bibliografie, materiali audiovisivi e multimediali specifici, a partire dalle risorse esistenti presso il Museo, anche per attivare nelle singole scuole un laboratorio / progetti speciali destinatari: insegnanti e scuole di ogni ordine e grado; istituti di ricerca
accesso: da concordare
progettazione di percorsi di visita a mostre temporanee destinatari: studenti di scuole di ogni ordine e grado, altri enti/associazioni interessati
accesso: da concordare
consulenza editoriale consulenza scientifica sui prodotti editoriali di soggetti terzi (lettura e relazione) destinatari: autori, curatori, editori
accesso: da concordare
progettazione editoriale per conto terzi destinatari: autori, curatori, editori
accesso: a pagamento
cura redazionale per conto terzi destinatari: autori, curatori, editori
accesso: a pagamento

 

5.4 Progetti culturali

servizio descrizione condizioni
attività di ricerca per terzi attività di ricerca per conto terzi nell’ambito di progetti condivisi o non destinatari: senza restrizioni
accesso: da concordare
eventi culturali organizzazione e realizzazione di incontri con autori e presentazione di volumi destinatari: senza restrizioni
accesso: gratuito
organizzazione e realizzazione di conferenze destinatari: senza restrizioni
accesso: gratuito
organizzazione e realizzazione di convegni e seminari destinatari: senza restrizioni
accesso: gratuito
organizzazione e realizzazione di cicli di film destinatari: senza restrizioni
accesso: secondo i casi
organizzazione e realizzazione di qualsiasi altro evento utile alla divulgazione del patrimonio culturale, compresi intrattenimenti ludici destinatari: senza restrizioni
accesso: secondo i casi
eventi espositivi progettazione e realizzazione di esposizioni temporanee e permanenti interne destinatari: senza restrizioni
accesso: secondo i casi
progettazione e realizzazione di esposizioni temporanee e permanenti per conto terzi destinatari: senza restrizioni
accesso: a pagamento (da concordare)

 

5.5 Formazione e didattica

servizio descrizione condizioni
attività didattica attività articolate e diversificate per livello di scuola e per argomenti, descritte analiticamente in un apposito opuscolo anche on line, svolte sia in sede, sia sul territorio, sia a distanza destinatari: studenti ed insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado
accesso: a pagamento
formazione permanente agli adulti organizzazione e realizzazione di laboratori e incontri, anche in collaborazione con l’Università della terza età o altri enti di formazione per adulti con lezioni e visite guidate destinatari: senza restrizioni
accesso: a pagamento
tirocini e stage tutoraggio dei soggetti attraverso la predisposizione dei progetti di attività, l’assistenza e formazione, le verifiche sul lavoro svolto sui temi della museografia e museologia, gestione museale e afferenti alle aree disciplinari trattate dal Museo destinatari: tirocinanti dell’Università e di altri enti
accesso: con convenzione
assistenza tesi tutoraggio dei soggetti attraverso l’assistenza nella ricerca e la consulenza sulla redazione dell’elaborato destinatari: laureandi
accesso: da concordare
formazione per insegnanti organizzazione e realizzazione di corsi di aggiornamento, anche a distanza destinatari: insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado
accesso: gratuito
interventi di formazione in servizio su richiesta di singoli istituti scolastici, anche a distanza destinatari: insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado
accesso: da concordare

 

5.6 Promozione e comunicazione

servizio descrizione condizioni
prodotti editoriali realizzazione di prodotti editoriali di varia tipologia e supporto (guida al Museo, cataloghi, quaderni, atti, video, banche dati): comprende la redazione, la revisione e la cura redazionale destinatari: senza restrizioni

accesso: gratuito

contributi specifici da inserire sul periodico / portale del Comune. destinatari: senza restrizioni
accesso: gratuito
distribuzione dei prodotti editoriali destinatari: senza restrizioni
accesso: di norma a pagamento
oggettistica

 

distribuzione di oggettistica, poster, cd-rom, video, gadget ecc destinatari: senza restrizioni
accesso: di norma a pagamento
comunicazione in rete aggiornamento web destinatari: senza restrizioni
accesso: gratuito

Per ulteriori informazioni sui servizi, l’utente può rivolgersi presso La Fondazione MACC con sede in Via Savoia 2 o  all’indirizzo di posta elettronica fondazionemacc@gmail.com.

6. STANDARD DI QUALITA’

Il Museo specifica gli standard di qualità perseguiti, in attuazione di quanto prescritto dal Decreto Ministeriale del 10 maggio 2001 nonché dalla deliberazione della Giunta Regionale n. 309/2003: “Approvazione standard e obiettivi di qualità per biblioteche, archivi storici e musei ai sensi dell’art. 10 della L.R. 18/2000”.

Al fine di consentire la verifica della qualità dei servizi erogati la Carta fissa i valori standard di riferimento garantiti oltre agli indicatori, ossia i valori che il Museo s’impegna a realizzare.

 

6.1 Status giuridico

dimensione indicatore standard
normazione possesso di un Regolamento regolamento del Museo approvato dall’organo competente
trasparenza possesso di una Carta dei servizi carta dei servizi adottata, diffusa in modo adeguato, presente al bookshop e sul sito e aggiornata periodicamente

 

6.2 Programmazione e risorse finanziarie

dimensione indicatore standard
programmazione e controllo strumenti di programmazione delle attività approvazione dei documenti programmatici nei termini previsti (relazione revisionale; PEG-PDO)
strumenti di rendicontazione e controllo approvazione dei documenti di rendicontazione a metà/fine esercizio

 

6.3 Strutture e sicurezza

dimensione indicatore standard
sicurezza antifurto, antincendio presenza di impianti ad alta tecnologia, regolarmente verificati. In assenza di rilevatori anti-furto, presenza di opportuna guardiania
dispositivi per la sicurezza degli ambienti (sale espositive e depositi) rispetto delle normative di base;

presenza della segnaletica di sicurezza

confortevolezza pulizia

 

pulizia settimanale
illuminazione postazioni con luce individuale nella sala di consultazione
riscaldamento – spazi espositivi con temperatura minima invernale di 17° C

– sala di consultazione con temperatura minima invernale di 20° C

accessibilità utenti in genere idoneità accesso esterno (sulla via)
utenti disabili possibilità di accesso dei disabili;

parcheggio riservato ai disabili;

disponibilità di riproduzioni di opere per utenti ipovedenti

 

6.4 Organizzazione e risorse umane

dimensione indicatore standard
organizzazione direttore del museo individuato con atto formale il responsabile della direzione del museo
funzioni fondamentali direzione; conservazione; didattica; custodia garantite tutte le funzioni fondamentali
professionalità titoli di studio, esperienza per tutti i ruoli, rispetto dei requisiti previsti dai profili professionali
aggiornamento formazione, autoformazione monte ore annuo di frequenza a corsi qualificati e certificati o di autoformazione pari almeno a quanto previsto dai contratti di lavoro collettivi
continuità adeguatezza organico flessibilità del personale;

i nuovi collaboratori sono affiancati da altri con più esperienza per il tempo necessario

 

6.5 Gestione e cura delle collezioni

dimensione indicatore standard
conservazione monitoraggio sulle condizioni di conservazione,

riscontri inventariali sugli ammanchi

semestrale/annuale
ordinamento e catalogazione presenza di inventari e cataloghi redazione secondo modalità verificate

 

6.6 Servizi al pubblico (v. paragrafo 5)

servizio indicatore standard
accessibilità ampio orario di apertura al pubblico

 

almeno 12 ore settimanali di apertura, compreso o il sabato o la domenica (standard minimo garantito in parte con apertura su richiesta)
accoglienza massima visibilità, chiarezza e completezza della segnaletica esterna ed interna;

facilità di accesso al punto informazioni e prenotazioni

nome completo del Museo, orari di apertura e cartello del Sistema Museale esposti all’esterno;

pianta di orientamento e tariffario esposti all’ingresso;

segnalazione dei vari servizi (bookshop, bagni, ascensore, bar ecc.);

presenza costante di un operatore, in orario d’apertura, al punto informazioni e prenotazioni (raggiungibile anche via telefono e internet)

sussidi alla visita disponibilità di una guida al Museo e altri prodotti editoriali (cataloghi, opuscoli ecc.);

identificazione di ciascuna opera esposta

periodico aggiornamento della Guida al Museo;

n. 2/4 prodotti editoriali redatti e distribuiti annualmente, di cui n 2/4 almeno bilingue;

completezza dell’apparato didascalico;

ricostruzioni virtuali e ambientazioni scenografiche;

apertura di una sala multimediale con istallazioni e visione interattiva di cd-rom;

apertura del bookshop con disponibilità di volumi, oggettistica, poster, cd-rom, video, gadget ecc.

visita guidata accessibilità del servizio prenotazioni;

professionalità della guida (se richiesta)

punto prenotazioni raggiungibile anche via telefono e internet, negli orari di apertura del Museo;

disponibilità di guide in possesso della necessaria competenza, anche in collaborazione con l’associazionismo culturale locale

didattica pianificazione delle attività redazione annuale del piano delle attività educativo-didattiche;

realizzazione di attività da parte di soggetti specializzati (prenotazione obbligatoria)

consultazione messa a disposizione di strumenti necessari alla consultazione del patrimonio, compresi database elettronici, postazioni internet ecc;

accessibilità ai luoghi della consultazione del patrimonio;

facilità di accesso alla modulistica

consultazione continua negli orari di apertura dei servizi relativi;

modulistica disponibile

distribuzione in sala di consultazione evasione delle richieste consegna entro mezz’ora
prestito prestito del materiale archivistico, grafico e iconografico avvio della pratica entro 15 giorni lavorativi; modulistica disponibile
prestito del materiale bibliografico e filmico immediato (in presenza)
prestito interbibliotecario

 

immediato (in presenza)
riproduzioni esecuzione sollecita delle riproduzioni entro 10 giorni lavorativi dalla richiesta, salvo accordi diversificati per quantità rilevanti
progetti di ricerca e consulenze specializzate contenuto scientifico presenza di cultori esperti
consulenze specializzate tempestività del servizio presenza: in giornata o secondo concertazione;

telefonica/epistolare: 1-15 giorni lavorativi o secondo concertazione

eventi culturali programmazione di eventi culturali n.4/5  eventi culturali organizzati annualmente, in collaborazione con altri musei / cooperative o associazioni.
Informazione e comunicazione al pubblico comunicato stampa per eventi specifici tempestiva (minimo quattro giorni prima dell’evento)
divulgazione mediante periodico e/o sito del Comune/Museo trasmissione tempestiva dei file alla redazione del periodico;

aggiornamento tempestivo delle news e a cadenza trimestrale delle altre pagine del sito

 

8. PARTECIPAZIONE DEGLI UTENTI – DIFESA DEI DIRITTI

Al fine di valutare la qualità del servizio reso, la conformità agli standard, il grado di soddisfazione dell’utenza e la possibilità di ulteriori miglioramenti, il Museo svolge, anche con il coinvolgimento degli utenti, periodiche verifiche sulla qualità e l’efficacia complessiva dei servizi prestati valutando il tasso di gradimento delle proposte, il grado di soddisfazione delle aspettative dell’utenza, i dati quantitativi sull’utilizzo delle strutture.

Per facilitare una corretta valutazione dei dati, con riferimento anche alle tecniche di confronto tra più realtà analoghe, sono adottate metodologie definite unitariamente nel Sistema Museale Provinciale in collaborazione con l’Istituto Beni Culturali della Regione Emilia Romagna.

Il Museo rileva l’apprezzamento e la soddisfazione degli utenti in particolare tramite indagini – questionari raccolta di reclami e suggerimenti, anche tramite la predisposizione di una apposita cassetta al Museo (oltre che e a mezzo web).

I reclami possono essere orali, scritti, telefonici o trasmessi tramite fax o posta elettronica. Devono contenere generalità, indirizzo e recapito del proponente e debbono essere rivolti al Direttore. Su richiesta, il Museo garantisce una risposta entro un massimo di 30 giorni lavorativi. L’insieme dei reclami sarà oggetto di un rapporto annuale del Direttore da sottoporre alle valutazioni della Giunta/Ente proprietario del Museo, che esaminerà anche le proposte di modifica della presente Carta.

Grazie alle risultanze delle analisi in questione (affluenza del pubblico; questionari; reclami e suggerimenti), l’Ente provvede ad una corretta informazione sulle politiche attuate e sulla ricaduta sociale di tali politiche (Bilancio sociale).

analisi di impatto sociale indicatore standard
monitoraggio delle visite rilevazione oggettiva del numero dei visitatori attivato sistema oggettivo di rilevamento (blocchetto dei biglietti, anche per ingressi gratuiti)
monitoraggio della qualità rilevazione gradimento dei servizi, con riferimento agli standard (reclami; questionari) esame dei reclami pervenuti, con risposta inviata entro 30 giorni lavorativi (se richiesta);

distribuzione periodica di questionari (anche in rete), almeno una volta all’anno;

analisi delle risultanze

Il processo partecipativo e di confronto realizzato dal Museo è finalizzato a ridurre gli scostamenti rispetto agli standard prefissati e a prevenire ogni possibile disservizio, grazie ad un atteggiamento collaborativo e propositivo da parte degli utenti. Per rafforzare e dare concretezza ai diritti dei cittadini, il Museo si riserva di disporre forme ulteriori e meccanismi di tutela attivabili in caso di mancato rispetto dei principi contenuti nella presente Carta.

I cittadini e gli utenti sono invitati a formulare osservazioni e proposte sull’applicazione della Carta dei servizi, inoltrandoli all’ufficio Protocollo del comune di Calasetta, all’indirizzo della sede della Fondazione MACC Via Savoia 2, o all’indirizzo di posta elettronica fondazionemacc@gmail.com.

Direzione Fondazione MACC

Comune di Calasetta

Loghi Istituzionali